In Sessi
Share with your friends










Inviare

Le donne uccise dai partner sono aumentate del 700% in Ungheria. In Italia 3 in più in un anno

Eurostat, l’istituto di statistica europeo, ha raccolto i dati delle vittime di femminicidio, cioè di coloro che sono state uccise perché donne. Gli ultimi dati disponibili dicono che nel 2016 sono state 595, ben 48 in più rispetto all’anno precedente. Non tutti gli Stati europei hanno dato una connotazione specifica a questo tipo di omicidio, separandolo dai casi di omicidio “classico”, per cui l’esito del rapporto è indicativo e non può essere esaustivo. Significa che il fenomeno è sottostimato dai numeri ufficiali.

Quanti femminicidi in Europa

Il grafico sopra mostra innanzitutto l’incidenza dei casi di femminicidio in Europa. Attenzione: i dati riguardano solo i femminicidi ad opera del partner. I dati sono riferiti a una popolazione di 100mila abitanti. Prima evidenza: la piccola Malta è in testa con 0,92 casi ogni 100mila abitanti.

Ma che cosa dice poi il grafico sui femminicidi in Europa? Per esempio che, rispetto al 2015, nel 2016 l’incidenza dei casi è diminuita soltanto in Spagna, Lettonia, Lituania, Olanda, Scozia, Svizzera e Montenegro. In tutti gli altri Stati, Italia compresa dove l’incidenza sulla popolazione è di 0,24 casi contro i 0,23 del 2015, si è invece verificato un aumento. Approfondendo le cose di casa nostra è vero che si registra un aumento dei casi di femminicidio ad opera del partner, ma è anche vero che, secondo l’Istat a partire dal 2002 i casi totali (anche non ad opera del partner) sono diminuiti, come Truenumbers ha scritto in questo articolo,

In Germania più femminicidi che altrove

Parlando di valori assoluti dei femminicidi in Europa, ovvero di quanti casi effettivi ci sono stati, il grafico qui sotto mostra come i quattro grandi Paesi europei, Germania, Francia, Italia e Inghilterra, ne abbiano registrati il numero maggiore, avendo una popolazione decisamente superiore agli altri.

La Germania, con più di 80 milioni di abitanti, è “naturalmente” leader di questa classifica, con 164 casi di femminicidio nel 2016, seguita da Francia, 95 e Inghilterra, 82. L’Italia è un gradino sotto, con 76 casi, in aumento di 3 rispetto ai 73 del 2016. Nel confronto con l’anno precedente fa scalpore l’Ungheria perché ha moltiplicato i casi del 700%, passando dai 3 del 2015 ai 24 dell’anno successivo. La piccola Malta, prima per l’incidenza dei femminicidi sulla popolazione, ha vissuto 2 casi nel 2016, raddoppiando il solo caso del 2015.

I dati si riferiscono al: 2016

Fonte: Eurostat

Leggi anche: Violenza sessuale: ogni tre denunce un solo condannato
In Francia ci si ammazza il doppio che in Italia

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca