fbpx
 In Politici

Alle ultime elezioni Potere al Popolo! ha preso 373.879 voti, Casa Pound 313.637

Chi dichiaratamente, chi in maniera più velata, ci sono partiti in Italia che dichiarano di sentirsi (neo)fascisti e altri comunisti. Sui giornali quotidianamente si alzano polveroni intorno a questi schieramenti. Siamo in democrazia, ok. Ma quanto valgono in numeri di voti?

QUANTI SONO I FASCISTI E I COMUNISTI

Il grafico sopra mostra i voti presi alle elezioni nazionali del 4 marzo 2018 dai partiti di estrema destra e da quelli di estrema sinistra, suddivisi per Camera e Senato. I vari gruppi sono stati categorizzati in base a quanto definito nel loro statuto e nei loro programmi.

In totale i partiti estremisti hanno ottenuto 950.239 voti alla Camera e 867.284 voti al Senato. Nulla se si calcolano queste preferenze sul totale dei votanti alla Camera: 33.995.268, quindi questi partiti hanno ottenuto il 2,8% dei voti, il che vuol dire che se si fossero presentati insieme alle elezioni, non avrebbero eletto neanche un deputato. Stesso discorso al Senato dove i voti su territorio italiano sono stati 31.298.484 e gli estremisti hanno ottenuto il 2,77%.

Come sono i distribuiti i voti tra i 5 partiti? Tra chi si dichiara “comunista” il partito che ha preso di più è stato Potere al Popolo! con 373.879 preferenze; seguito dai fascisti di Casa Pound con 313.637 voti. Terzo è Italia agli Italiani, che alle ultime elezioni amministrative riuniva Forza Nuova e Fiamma Tricolore. Al Partito Comunista sono andati 106.816 voti e invece Per una Sinistra Rivoluzionaria ha ottenuto, sempre alla Camera, 29.364 voti.

Al Senato, cambiano i numeri ma non l’ordine. Potere al Popolo ha raccolto 322.181 preferenze, mentre Casa Pound 260.925.

Nessuno di questi partiti ha una sua rappresentanza alla Camera e al Senato e se si dovessero presentare uniti secondo la loro ideologia, i fascisti otterrebbero 410.832 voti e i comunisti 456.452.

DOVE PRENDONO PIU’ VOTI?

Non trattandosi dei partiti di massa post-ideologici, i cinque partiti estremi non raccolgono voti in tutte le circoscrizioni e le preferenze non sono uniformi. L’unica certezza è che Casa Pound e Potere al Popolo! hanno raccolto voti in tutte le circoscrizioni. Il grafico qui in basso, sempre suddiviso tra Camera e Senato, mostra le preferenze ottenute in ogni circoscrizione.

Alla Camera, la Toscana è un vero e proprio caso. I partiti estremisti hanno ottenuto 95.871 voti, per la maggior parte rossi: a Potere al Popolo! sono andati 42.286 voti, a Casa Pound 22.250, al Partito Comunista 22.166. Le altre circoscrizioni non mostrano grandi differenze.

La distribuzione delle circoscrizioni al Senato, corrispondenti con le Regioni d’Italia, ci aiutano a comprendere meglio i testa a testa tra i partiti fascisti e comunisti. La Lombardia è una vera e propria zona nera, dove Casa Pound ottiene 48.931 voti, Potere al Popolo! 42.374 e Italia agli Italiani addirittura 33.902 voti. Nonostante la sede di Casa Pound e il fortino nero a sud e a ovest di Roma, Potere al Popolo! ottiene al Senato 42.736 voti, Casa Pound 41.632, Partito Comunista 15.873. Al contrario della Lombardia, invece, l’Emilia Romagna e la Toscana sono a trazione comunista.

I dati si riferiscono al: 4 marzo 2019

Fonte: elezionistorico.interno.gov.it

Leggi anche: Nei collegi dei Cara Salvini vince, Casa Pound perde

Quanto pesano davvero i partiti populisti in Europa

Share with your friends










Inviare
Recent Posts

Start typing and press Enter to search