fbpx
 In Green Economy, Hot Topic, Notizie curiose

L’Europa riduce le emissioni di Co2, ecco i dati sulle temperature dal 1980

Dopo una più calda notte di negoziato, i capi di Stato e di governo hanno raggiunto l’accordo su una riduzione delle emissioni di Co2 di almeno il 55% entro il 2030. L’obiettivo ultimo è quello di far diventare l’Europa il primo continente a produrre zero emissioni nette entro il 2050. Un progetto a cui si cerca di dare una nuova velocità siccome il precedente obiettivo era una riduzione pari al 40%. È così che Angela Merkel porta a casa una seconda vittoria dalla presidenza Ue: dopo la trattativa sul Recovery fund bloccato da Polonia e Ungheria, anche il Green deal ottiene il via libera superando gli ostacoli che Paesi avevano avanzato. Sarà proprio il Recovery, insieme al Bilancio, a finanziare su larga scala la transizione verde. Ma quella climatica è davvero un’urgenza? A giudicare dai dati del Rapporto 2020 sullo stato del clima globale, sì.

Il decennio più caldo della storia

Nel grafico sopra abbiamo estratto i dati relativi unicamente al mese di maggio, il più indicativo tutti i mesi dell’anno, dal 1980 al 2020. È evidente come la temperatura media in Europa sia in continuo aumento, nonostante gli andamenti altalenanti che però non definiscono alcun miglioramento. Secondo l’Organizzazione mondiale della meteorologia è già stabilito che il decennio 2010-2020 sarà il più caldo in assoluto finora. Calcolando l’aumento medio di temperatura negli ultimi 10 anni si scopre che è aumentata di 0,8°C.

Nello stesso rapporto si può leggere che anche la temperatura degli oceani, più lenti a riscaldarsi, è a livelli record sommandosi. Un problema che si aggiunge, e ne è strettamente legato, all’acidità delle acque per l’assorbimento massivo di anidride carbonica.

green deal

Il Covid non ferma le emissioni di Co2

Nonostante il blocco a causa della pandemia globali di Covid-19, quindi, le concentrazioni di gas serra non hanno subito alcuna battuta d’arresto perché è sempre più difficile per il nostro pianeta riuscire a smaltirle. Ecco il perché della storicità dell’accordo raggiunto sul tavolo europeo che mira a tirare il freno a mano in questo effetto domino forse già incontrollabile. Infatti, se guardassimo ai dati annuali complessivi, scopriremmo che nel 2019 la temperatura in Europa è stata di 2°C più calda rispetto all’età preindustriale. A livello globale, invece, la temperatura è aumentati di 1,1°C.

 

I dati sono aggiornati a dicembre 2020

Fonte: Copernicus 

Leggi anche: 

La CO2 in Europa scende di 160 tonnellate

Le auto a gas abbattono le emissioni, giù la Co2

Gas serra: le emissioni di CO2 fino all’accordo di Parigi

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search

More in Green Economy, Hot Topic, Notizie curiose
La pandemia spinge la domanda di credito bancario

Nel primo semestre le richieste hanno raggiunto il massimo da dieci anni

Close