fbpx
 In Crisi&Ripresa

Le regioni che ne hanno di meno sono Trentino e Sicilia, la più fornita è la Liguria

Sono tra le poche attività che possono restare aperte anche ai tempi del coronavirus. Tutti i decreti del governo, infatti, le hanno sempre inserite tra le attività che possono essere restare aperte nonostante il lockdown. Bisogna dire, però, che in Italia le edicole sono sempre di meno. Il dato di Unioncamere del 2019 parla di 14.626 edicole in Italia, 3.733 in meno rispetto a 10 anni fa. Certo, il calo delle vendite di giornali ha la maggiore responsabilità nella scomparsa delle edicole ed è per questo che, da anni, i giornalai provano ad allargarsi ad altre tipologie di merce per poter restare sul mercato. Intanto, però, le edicole, sia nelle grandi città che in provincia, continuano a chiudere i battenti.

Niente più edicole

Come si vede nel grafico sopra la regione che più edicole in termini assoluti è la Lombardia con 2.370, seguita da Lazio con 1.664 ed Emilia Romagna con 1.329. La scomparsa delle edicole, però, riguarda tutte le regioni. In Toscana, ad esempio, se ne sono perse 377 in 10 anni, mentre in Veneto sono 321 in meno e in Sicilia ne mancano all’appello 200. Solo Milano, per esempio, ne ha perse 284.

Geografia delle edicole aperte

E’ interessante, però, andare a vedere quante edicole per abitante ci sono nelle regioni in Italia. In Trentino Alto-Adige ce n’è una ogni 12.184 abitanti e la regione è con netto vantaggio quella con meno edicole (solo 88 in tutta la regione). Ma salta all’occhio anche il dato della Sicilia, dove c’è un’edicola ogni 6.476 abitanti. Al Sud, in generale, sono rimasti meno giornalai: uno ogni 5.726 abitanti in Calabria e uno ogni 5.172 abitanti in Puglia. La regione dove ci sono più edicole? La Liguria: una ogni 2.283 abitanti.

I dati si riferiscono al: 2019 

Fonte: Unioncamere 

Leggi anche: Quanti milioni si spendono in un anno in sussidi ai giornali 

I negozi al dettaglio in Italia sono 735mila

 

Start typing and press Enter to search