fbpx
 In Notizie curiose

I musei pubblici non perdono soldi che, anzi, sono sempre aumentati: 193,6 milioni nel 2017

I musei pubblici italiani hanno incassato 64,2 milioni di euro nel 2017, con una media mensile di 5 milioni come Truenumbers ha scritto in questo articolo. Ma quanto vale l’intero settore dei beni pubblici italiani? Quanti sono stati i visitatori negli ultimi anni? Ma soprattutto, le tanto discusse domeniche gratis al museo che impatto hanno avuto?

Gli incassi dei musei italiani

Il grafico in alto mostra gli incassi totali tra il 2013 al 2017 distinti in base alla tipologia di sito. Nel 2017, musei, monumenti ed aree archeologiche gestiti dai Beni Culturali hanno registrato un incasso totale di 193.631.308 euro, in aumento di circa 70 milioni di euro rispetto al 2013 quando la cultura italiana ha incassato 126.417.467 euro, cioè il 53% in meno rispetto al 2017. La prima notizia è che i guadagni sono sempre stati in aumento per tutte le tipologie di attrazione culturale. Numeri molto buoni (anche se si potrebbe fare di più), che hanno permesso migliaia di assunzioni nel settore come Truenumbers ha scritto in questo articolo.

Risultato: i dati dicono che l’iniziativa lanciata dall’ex ministro Dario Franceschini, non ha intaccato gli introiti provenienti dai musei.

I visitatori dei musei sono in aumento

Altro dato positivo per la cultura italiana è il numero di visitatori dei musei durante l’anno. Nel 2013 gli ingressi sono stati 38.424.587 e nel 2017 sono saliti a 50.103.996 con un incremento del 31%, come mostra il grafico qui sotto.

Nel 2017 si è registrato anche l’aumento più consistente rispetto all’anno precedente: la differenza tra il 2016 e il 2017 è stata infatti pari a 4.720.123 ingressi.

Domeniche gratis al museo: i dati di tutte le edizioni

Proviamo a rispondere all’ultima domanda: le domeniche gratis al museo che impatto hanno avuto su incassi e visite? La risposta è nel grafico qui sotto.

Dal 1 luglio 2014, quando è entrata in vigore la legge che obbliga i poli museali italiani a non far pagare il biglietto a nessuno la prima domenica del mese, fino al 31 dicembre 2017, i visitatori dei circa 480 spazi (482 nel 2017) che hanno approfittato dell’iniziativa sono stati 11.740.931. I due anni con il maggior numero di partecipanti all’evento sono stati il 2015, con 3.509.459 visitatori, e il 2017 con 3.549.201.

L’impatto delle domeniche gratis

I dati forniti dal Ministero dei Beni Culturali non sono sufficienti a rispondere alla terza delle nostre domande; quanto hanno influito le domeniche gratis sulle visite? Gli ingressi totali (a pagamento e non) tra la data di inizio della iniziativa e il 31 dicembre 2017 sono stati 160.307.339. Abbiamo, quindi, calcolato gli ingressi medi mensili (linea rossa) separando i visitatori delle domeniche gratis al museo (linea verde). Ecco il risultato.

Da quando è stata avviata l’iniziativa, le persone che sono entrate nei musei la domenica sono di più di quelli che sono entrati pagando negli altri giorni. L’iniziativa funziona, quindi, dato che: i ricavi dei musei tra il primo luglio 2014 e il 31 dicembre 2017 sono sempre aumentati così come gli ingressi. Le domeniche al museo gratis non creano problemi.

I dati si riferiscono al periodo: 2013-2017
Fonte: Mibact- Ufficio statistica

Leggi anche: La top 30 dei musei italiani più visitati
Tra i musei più visitati in Europa uno solo è italiano

Share with your friends










Inviare
Recent Posts

Start typing and press Enter to search