fbpx
 In Hot Topic

Nel 2019 è sceso di 3,4 miliardi con il calo più netto dal 2016. I Comuni sono gli enti più virtuosi

Il 2019 è stato un altro anno di riduzione del debito, perlomeno quello della pubblica amministrazione locale, che in un certo senso ha sopportato il peso di quel risanamento dei bilanci che a livello nazionale è stato più difficile applicare. Il debito consolidato di comuni, regioni, province, e altri enti è passato dagli 87 miliardi e 783 milioni del 2018 agli 84 miliardi e 377 milioni del 2019. E’ il sesto calo consecutivo. Nel 2014 ammontava a 101 miliardi e 517 milioni e ogni anno si è avuta una riduzione, la maggiore delle quali è stata tra 2014 e 2015, di quasi 6 miliardi. Quella tra 2018 e 2019 è però il maggiore decremento dal 2016, visto che negli ultimi 3 anni i cali erano stati più ridotti.

Non tutte le componenti della pubblica amministrazione però hanno avuto la stessa evoluzione. Quello delle regioni dopo essere sceso tra 2014 e  2015 da 35 miliardi e 222 milioni a 31 miliardi e 989 milioni di euro è rimasto all’incirca agli stessi livelli. Nel 2019 infatti era di 31 miliardi e 354 milioni. Al contrario presso i comuni la riduzione è stata più costante. In 5 anni è stata di circa 8 miliardi. Si è passati infatti da 43 miliardi e 581 milioni nel 2014 a 35 miliardi e 450 milioni l’anno scorso. Tra l’altro la diminuzione del 2019 costituisce più di metà del calo totale dell’anno.

Molto più ridotte le riduzioni del debito delle province e città metropolitane, che ammonta del resto solo a 6 miliardi e 601 milioni ( 285 milioni di euro in meno rispetto al 2018) e degli altri enti, consorzi, unioni di comuni, comunità montane, che erano state protagoniste di maggiori cali tra 2014 e 2017, cali che poi si erano tuttavia fermati. Nell’ultimo anno infatti la diminuzione è stata solo di 94 milioni. Si è arrivati a un debito di 10 miliardi e 972 milioni

Il Lazio è la regione che ha più debiti

E’ il Lazio la regione in cui gli enti locali, non solo l’amministrazione regionale, ma anche quelle comunali, provinciali, ecc, hanno più debiti, 13 miliardi e 364 milioni. Segue il Piemonte con 11 miliardi e 70 milioni, la Lombardia con 10 miliardi e 418 milioni, terza nonostante sia la più popolosa e con più del doppio degli abitanti del vicino Piemonte.

Viene poi la Campania con 9 miliardi e 313 milini, che distanzia di molto Sicilia, Veneto e Toscana, tra 5 e 6 miliardi di euro. Emilia Romagna e Puglia tra le regioni più virtuose, hanno mendo debiti di una, la Calabria, che ha meno della metà degli abitanti. In fondo alla classifica chiaramente le più piccole, Basilicata, Molise e Valle d’Aosta, con rispettivamente debiti di 723, 338 e 313 milioni di euro

 

Fonte: Banca d’Italia

Leggi anche: Enti locali del Lazio, il debito sale di 368 milioni

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search