In Soldi

Anno per anno ecco quanto pesano gli interessi sui titoli pubblici. Il record nel 2012: 84 miliardi

E’ il peggior fardello che impedisce all’Italia di crescere. E che impedisce, anche, di avviare politiche espansive. Perché tutti i soldi che servirebbero per gli investimenti pubblici finiscono lì.

Il costo del debito pubblico

Sono gli interessi sul debito pubblico la cui entità è gigantesca. Il grafico sopra mostra esattamente questo: il costo del debito pubblico, ovvero quanto pesano ogni anno gli interessi sull’immensa mole di debito che, a marzo del 2017, ha toccato l’incredibile cifra di 2.302.340.000.000 miliardi di euro, come Truenumbers ha scritto in questo articolo.

Allora: su questa montagna di soldi di debito lo Stato italiano paga ogni anno diverse decine di miliardi di interessi che rappresentano, appunto, il costo del debito pubblico. Il grafico sopra li mostra sia in valore assoluto sia in rapporto al Prodotto Interno Lordo. In valore assoluto stiamo parlando di oltre 65 miliardi versati ai possessori di titoli nel solo 2017. Meno degli 84 miliardi pagati nel 2012 (record dal 2010 ad oggi) e meno anche dei 66,4 del 2016 ma non c’è da stare allegri ugualmente. Per dare un’idea della cifra di cui stiamo parlando basti dire che per finanziare la scuola lo Stato italiano spende ogni anno più o meno la stessa cifra: cioè 65 miliardi.

Perché il debito non cala

Infine bisogna tener presente un dettaglio importante. Un’analisi molto approfondita sulla struttura del nostro debito pubblico porta ad una conclusione allarmante. Come Truenumbers ha spiegato in questo articolo, a “impedire” il calo del debito pubblico sono proprio gli enormi interessi che lo Stato è costretto a pagare su quello pregresso.

I dati si riferiscono al: 2010-2017


Fonte: Banca d’Italia

Leggi anche: Debito pubblico, in Italia uno scenario libanese

Il mistero del debito pubblico della Grecia

 

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca