fbpx
 In Hot Topic

Lo dice la Banca d’Italia. Le spese fisse hanno toccato i 57 euro l’anno

Partiamo da un’indagine della Banca d’Italia. Un’indagine corposa, che si basa su 12.705 conti bancari e 900 conti postali, provenienti da 608 sportelli bancari e 45 sportelli postali. E i risultati sono chiari. In media i costi del conto corrente bancario sono in crescita per gli italiani. Perlomeno lo sono stati negli ultimi 3 anni, tra il 2017 e il 2019.

In particolare sono aumentate soprattutto le spese fisse, che nel caso dei conti corrente bancari erano in media di 52,3 euro annue nel 2017, sono diventate di 55 euro nel 2018 e di 57 nel 2019. Qualcosa di simile è avvenuto nei conti correnti postali, anche se qui gli incrementi sono stati meno netti. Si è passati da un costo fisso medio di 36,4 euro nel 2017 a uno di 38,1 nel 2018 a uno di 38,6 nel 2019.

Leggi anche: I dipendenti bancari sono diminuiti di oltre 89mila persone in Italia 

Quanto costa un conto corrente bancario?

La colpa in particolare è secondo la Banca d’Italia della crescita dei canoni annui, che del resto rappresentano la grande maggioranza delle spese per aprire un conto corrente bancario. Nel caso dei conti bancari erano di 47,8 euro del 2018 e sono diventati l’anno dopo 48,9, ma tra 2017 e 2018 l’incremento era stato ancora maggiore, da 42,7 a 48,9.

E conta anche il fatto che è passata dal 66% al 69% la percentuale di clienti obbligata a pagare un canone di base. Contano meno altri costi fissi, come quelli relativi al dossier titoli, ma anche questi sono cresciuti. E qualcosa di simile è avvenuto anche nell’ambito dei conti postali.

Al contrario la maggiore diffusione delle carte di credito e di debito (i “bancomat”) ha fatto in modo che scendesse quella parte di canoni fissi relativi a questi strumenti di pagamento. Diminuzione di costo unitario però appunto neutralizzata a livello di spesa media dall’aumento della proporzione di persone con una carta di credito in mano, passata dal 36% al 37% o con un bancomat, saliti dal 96% al 98% e che quindi quei costi sostiene.

costi del conto corrente

Quali sono le spese fisse di un conto corrente bancario?

È andata diversamente con le spese variabili che almeno tra 2018 e 2019 sono invece diminuite Queste ultime almeno nel caso dei conti bancari sono passate da 29,6 a 28,7 euro tra 2018 e 2019, e da  da 16,3 euro a 15,5 nel caso dei conti postali, ma tra 2017 e 2018 erano cresciuti molto, da 24,3 a 29,6 euro, e da 12,9 a 16,3 per i conti in Posta.

Si tratta secondo Banca d’Italia dell’effetto in particolare dell’effetto della riduzione della spesa per pagamenti automatici, scesa mediamente di 1,7 euro. Al contrario cresce di 23 centesimi quella per i bonifici allo sportello e di 15 quello dei bonifici effettuati tramite altri canali.

L’impressione è che diventino più onerose quelle operazioni o quei servizi tecnologicamente meno avanzate e che forse molte banche vogliono sfavorire, ovvero tutto ciò che è effettuato in presenza, con l’ausilio di un operatore, offline, mentre costa meno usare una carta e operare online.

Leggi anche: Italiani prudenti, crescono i depositi bancari 

Il costo di un conto corrente bancario online

Una dimostrazione viene dai numeri sui costi del conto corrente online, decisamente inferiore in media. Basti pensare che in questo caso la spesa per il canone fisso di base è mediamente molto più bassa di quella per un conto tradizionale, di solo 6,6 euro. Anche se i bonifici allo sportello costano unitariamente quasi il doppio, 4,09 all’anno contro 2,47, proprio per la volontà di incentivare l’uso delle app, in realtà vengono usati pochissimo e la spesa media è solo di 0,31 euro l’anno, contro i 3,35 di chi ha conti classici.

Contribuisce anche la spesa più limitata per il canone delle carte di credito, mediamente di 4,05 euro, contro i 7,07 nel caso degli altri conti.

Tuttavia il grande successo dei conti corrente online ha consentito un aumento dei costi e quindi anche della spesa relativa tra 2018 e 2019. Quest’ultima è cresciuta di 4,36 euro, ma rimanendo più convenienti continuano ad attrarre un numero crescente di clienti

I dati si riferiscono al 2017, 2018, 2019

Fonte: Banca d’Italia

Leggi anche: Unicredit-Mps, la classifica delle banche più solide

Ti piace citare i numeri giusti quando parli con gli amici? – Seguici su Instagram. Sì, su Instagram. Parliamo di tutti gli argomenti in modo leggero e allo stesso tempo rigoroso. I numeri non sono mai stati così divertenti.

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search

More in Hot Topic
I leader europei e l’uso di Twitter, Conte tra i meno attivi

Trump è stato rimosso dal social, ma in Europa chi lo usa di più? 

Close