fbpx
 In Sport

Donne e uomini vincono l’oro nella Champions League. Gli italiani sul podio per 81 volte

Per la 10a volta nella storia del volley italiano è doppietta. Il Max Schmeling Halle di Berlino ha fatto da cornice al doppio successo delle squadre italiane nella finale di Champions League 2018/19: nella finale femminile, Igor Gorgonzola Novara-Imoco Volley Conegliano è terminata 3-1; in quella maschile, Zenit Kazan-Cucine Lube Civitanova 1-3.

La Champions League di pallavolo

Forse è il caso di fare più attenzione al volley maschile e femminile perché i numeri dicono che in Europa non abbiamo eguali. O quasi, perché chi fa meglio delle italiane sono solo le squadre russe, un tempo dell’Unione Sovietica, dove il vivaio è però più ampio, le strutture migliori e più numerose e dove il successo sportivo viene perseguito con una determinazione che non ha pari. Basta guardare il grafico sopra: mostra le squadre di club più vincenti nella storia della Champions League di pallavolo maschile e femminile.

Tra le squadre femminili, nel periodo 1960 e 1991 (anno di dissoluzione dell’Urss) le sovietiche hanno vinto 22 edizioni su 31: la Dinamo Mosca ha vinto 11 volte e l’Uralocka 8, CSKA Mosca 2, Bureviskyk Odessa 1. Come si vede sono tutt’ora in testa alla classifica delle squadre più vincenti di sempre.
Caduta l’Urss, tocca all’Italia. Bergamo ha vinto 7 volte tra il 1996/97 e il 2009/10. Altra italiana è Matera, unica squadra vincitrice del Sud, con 2 vittorie a pari merito con Sirio Perugia.

Nel caso degli uomini, invece, la distinzione temporale Urss/Post-Urss non è caratterizzante, perché il CSKA Mosca ha ottenuto 13 vittorie in totale distribuite in 60 anni. Segue lo Zenit Kazan, 6 vittorie in totale di cui 4 consecutive nelle ultime edizioni (questa è stata la quinta finale consecutiva), segno di uno sviluppo economico che ha coinvolto anche gli sport. Alle spalle delle due russe ci sono, con 4 vittorie a testa, Treviso e Modena.

I successi per nazione

Il grafico qui in basso racconta, sempre suddiviso per torneo femminile e maschile, il numero di successi ottenuti per nazione e la medaglia vinta.

Per quanto riguarda le donne, l’Italia è salita 39 volte sul podio della Champions League con 16 ori vinti, ma in ordine di primi posti raggiunti è seconda all’Urss che ha ottenuto 22 vittorie su 31 podi totali. Segue la Turchia al terzo posto, mentre al quarto c’è l’odierna Russia con 12 podi. Qualunque sia il risultato della finale tra Novara e Conegliano nella finale 2019, quindi, l’Italia salirà a 39 podi con 16 ori e 14 argento.

Le squadre maschili invece non hanno rivali. L’Italia ha un totale di 43 podi e 19 ori. Segue l’Urss con 18 podi e 15 vittorie e poi la Russia che negli ultimi 4 anni ha staccato la Romania (16 podi e 6 ori) grazie alle già citate 4 vittorie consecutive dello Zenit Kazan.

Finale di Champions League: le doppiette italiane

Dunque, per la pallavolo femminile e maschile, seppur con alti e bassi, gli anni d’oro si sono aperti con la fine degli anni ’80. Questa combinazione di successi ha portato l’Italia a portare a casa 9 doppiette, cioè la vittoria sia della finale di Champions League femminile che maschile. Il grafico mostra gli anni e le partite in cui le italiane hanno ottenuto la doppietta.

La prima volta è stata nel 91-92, quando la finale femminile è stata Olimpia Ravenna-HAOK Mladost mentre quella maschile Porto Ravenna-Olympiakos . Per quattro volte di seguito siamo riusciti a vincere per due edizioni consecutive: ora, non resta che aspettare il prossimo anno per sapere se sarà la quinta volta.

I dati si riferiscono al: 2018/19

Fonte: cev.eu

Leggi anche: Quanto spendono gli Stati europei per lo sport

Share with your friends










Inviare
Recent Posts

Start typing and press Enter to search