fbpx
 In Politici
Share with your friends










Inviare

Immigrazione, sicurezza e politica estera al centro dell’agenda dei capi di Stato

L’anno scorso il Consiglio Europeo si è riunito formalmente cinque volte, più un sesto incontro informale a marzo. Di cosa si è parlato? Guardiamo il grafico.

L’emergenza migranti e la sicurezza

Sono stati tre i temi al centro della discussione dei capi di Stato e di governo dei 28 Stati membri della Ue: migrazione, politica estera e di sicurezza e governance economica. Questi tre argomenti hanno occupato il 90% dei lavori del Consiglio.

In particolare, l’immigrazione è stato l’argomento più discusso in Europa l’anno scorso (50%), seguito da politica estera e sicurezza (20%) e dai temi legati all’economia e al commercio (20%). Ma si è parlato anche di Brexit (5%) e di altri argomenti  (5%).

Insomma, non è vero che Donald Tusk non sta affrontando l’emergenza immigrazione, anzi. Il problema dei migranti, dei rifugiati e degli sbarchi clandestini supera da solo tutte le altre questioni discusse nei sei Consigli da lui presieduti.

L’agenda del Consiglio Europeo nel 2016

La migrazione è stata discussa in tutte e sei le riunioni del Consiglio europeo (5 formali più una informale interamente dedicata all’emergenza immigrazione), occupando metà delle conclusioni scritte.

La governance economica, la politica estera e la sicurezza hanno ricevuto ciascuna il 20% dell’attenzione, che, sommata, è inferiore a quella dedicata alla migrazione. Tutti i Consigli europei nel 2016 hanno discusso la governance economica, mentre la politica estera e della sicurezza era all’ordine del giorno quattro volte su cinque, come mostrato dal nostro secondo grafico.

Come si calcola l’importanza degli argomenti?

Il calcolo della percentuale del nostro primo grafico si basa sul conteggio delle parole contenute nelle conclusioni scritte dei cinque Consigli formali europei e della dichiarazione rilasciata dopo il Consiglio europeo informale del marzo 2016 dedicato alla migrazione.

Le conclusioni del Consiglio europeo sono adottate in occasione di ogni riunione: individuano specifiche questioni di interesse per l’UE e definiscono determinate azioni da intraprendere o obiettivi da raggiungere.

Le conclusioni del Consiglio europeo possono inoltre fissare i termini entro i quali giungere ad un accordo su un determinato punto o presentare proposte legislative. In questo modo il Consiglio europeo è in grado di influenzare e orientare l’agenda politica della Ue.

I dati si riferiscono al: 2016

Fonte: Consiglio Europeo

Leggi anche:

La spesa dell’Unione Europea a 432 milioni al giorno

Quanto spende l’Europa contro il terrorismo

I costi dell’Europa crescono di 4 miliardi l’anno

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search