In Fisco e tasse

Versati 18,6 miliardi di euro, il doppio del “normale”, e il 13,6% di tutta l’Ires

Quanto hanno versato i milanesi allo Stato centrale nel 2015? I numeri sono impressionanti.

Quante tasse pagano i milanesi

La parte del leone l’ha fatta l’Irpef, con 8 miliardi seguita dall’Ires, stimata a circa 4,35 miliardi. Poi c’è l’Iva con 3,5 miliardi dei quali 2,5 provenienti dai milanesi stessi e 1 miliardo dai forestieri che consumano a Milano (per esempio i tanti pendolari). Un altro miliardo proviene da altre tasse indirette come bolli, tabacchi, giochi d’azzardo, ecc e un altro miliardo viene dalle accise. Briciole, infine, da altre tasse dirette oltre all’Irpef, per esempio dai redditi da attività finanziarie, 0,5 miliardi e dall’Imu sui beni strumentali che va direttamente allo Stato, 0,25 miliardi. Il totale è di 18,6 miliardi di euro
E’ tanto? E’ poco? Questi numeri naturalmente vanno confrontati con quelli nazionali considerando anche che gli abitanti di Milano sono 1,35 milioni circa, su 60,8 milioni di italiani.

Il confronto

Gli incassi dello Stato a livello centrale, tolte le poste correttive e aggiunti i ruoli, sono ammontati secondo il Ministero dell’Economia a circa 414 miliardi nel 2015, in crescita rispetto al 2014. Ebbene, se la mera proporzione di popolazione milanese sul totale italiano, il 2,2%, fosse trasposta sul gettito delle tasse nazionali, i balzelli dei milanesi sarebbero dovuti ammontare a circa 9 miliardi.
In particolare, come mostra il grafico, lo scarto maggiore è quello presente nell’Ires, dove la quota di Milano è del 13,6% cioè circa più di sei volte quella sulla popolazione italiana. Al contrario per l’Iva Milano risulta sovra-rappresentata “solo” del 58%, con un gettito di 3,5 miliardi contro uno teorico di 2,2 se i milanesi versassero proporzionalmente a quanto versa il resto della popolazione italiana.
Per quanto riguarda poi l’Irpef se i milanesi avessero versato l’imposta in proporzione al numero di abitanti, il gettito sarebbe stato meno della metà degli 8 miliardi reali, 3,65.

LE IMPOSTE IN TAVOLA – GUARDA LA PUNTATA DI #TRUENUMBERS DEDICATA AL FISCO

Evasione? Quale evasione?

Questo testimonia quanto Milano conti, e quanto in effetti rappresenti la capitale economica del Paese, con un peso che è doppio di quello della mera demografia, e in particolare dal lato delle attività produttive, ancora più che dei redditi. Negli ultimi anni è a Milano che si è concentrata la ripresa economica, grazie a imprese innovative in particolare nel campo dei servizi.
Un peso che si sente molto nel portafogli dei milanesi, che però risentono anche probabilmente della minore evasione fiscale, o meglio, della maggiore evasione in altre aree, visto che da solo il maggior reddito di cittadini e imprese non giustifica un gettito proporzionalmente doppio di quello nazionale.

I dati si riferiscono al: 2015

Leggi anche: Moratti-Pisapia, i veri dati del bilancio di Milano

A Milano lo stesso numero di multe di tutto il Belgio

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search