In Terrorismo

richiedenti-asilo-benefit-germania

Sono quasi un milione, più 196% in un anno. Sono soprattutto siriani, afghani e iracheni

Il grafico mostra il numero di richiedenti asilo che hanno ottenuto dallo Stato tedesco i benefit standard: vitto e alloggio nei centri di accoglienza e un piccolo sussidio mensile.

Benefit agli immigrati

Nel 2015, le persone che hanno ottenuto i benefit standard previsti in Germania per i richiedenti asilo sono state 975.000, 655.705 uomini (67%) e 318.846 donne (33%). I numeri del 2015 sono sottostimati, per cui, l’aumento dei profughi rispetto al 2014, ufficialmente del 196%, potrebbe superare il 200%. Il motivo dell’incertezza è che gli enti pubblici di alcune città, come Brema, sono talmente travolti dall’ondata di richieste di sussidi da parte dei profughi, che non hanno trovato il tempo di comunicare i dati all’ufficio statistico nazionale. I dati del 2014 e degli anni precedenti, invece, sono precisi.

I sussidi ai profughi crescono dal 2010

Come si vede dal grafico, lo Stato tedesco, nel primo decennio del Duemila, ha concesso i benefit a un numero sempre minore di richiedenti asilo: 147.424 nel 2000, scesi a 49.586 nel 2009. Dal 2010 l’ondata di profughi aventi diritto al sostegno pubblico ha iniziato a crescere. Nel 2014 ha raggiunto 362.850 nel 2014, con un aumento del 61% rispetto al 2013. Ma la vera esplosione c’è stata solo nel 2015, in concomitanza con l’emergenza sbarchi di profughi in Italia e l’arrivo di richiedenti asilo dalla rotta balcanica, cioè, attraverso la Turchia. Rotta, questa, che è stata poi chiusa dalla Turchia in cambio di sostanziosi finanziamenti europei, come spiegano i dati ufficiali pubblicati da Truenumbers in questo post.

Un profugo su 3 è minorenne

Il 30% delle persone che hanno ottenuto i benefit previsti per i profughi ha meno di 18 anni. Gli adulti tra i 18 e i 64 anni sono il 70%, mentre la percentuale di anziani è inferiore all’11%. Il 67% proviene dall’Asia (616mila persone) , il 22% (212mila) dall’Europa e il 13% dall’Africa. Tra gli asiatici, più di metà è in fuga dalla Siria, circa 115mila provengono dall’Afghanistan e 82mila dall’Iraq. Gli europei sono in maggioranza cittadini dei Paesi dell’ex Yugoslavia. Circa 83mila hanno il passaporto della Serbia, del Kosovo o del Montenegro. Dall’Albania sono arrivate 56mila persone e dalla Macedonia 23mila.

I dati si riferiscono al periodo 1994-2015
Fonte: Destatis

Leggi anche:

La Germania più ricca grazie ai profughi
Profughi: sono 60 milioni

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search