In Notizie curiose

la cosiddetta 'shooting room', per il consumo controllato di droga

L’ultima è stata aperta a Parigi. Nei Paesi Bassi ce ne sono 31, altre 24 in Germania

L’ultima è stata aperta a Parigi nell’ottobre del 2016. La stanza del buco è un locale per il consumo controllato di droga, dove i tossicodipendenti possono iniettarsi una dose sotto la supervisione di personale medico e infermieristico.

“Bucarsi” con il dottore

Stanze del buco esistono in molti Paesi europei: dalla Svizzera all’Olanda, dalla Norvegia alla Spagna. La cartina sopra, elaborata sui dati dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze, mostra i numeri del fenomeno.

Ci sono in tutto 75 stanze del buco ufficiali in sette paesi europei: 12 in Svizzera, 31 nei Paesi Bassi, 24 in Germania, 12 in Spagna, una in Norvegia e in Lussemburgo, 5 in Danimarca, una in Francia, a Parigi. Fino al 2014 era in funzione una “narco-stanza” anche in Grecia, ad Atene, oggi chiusa.

In Slovenia, la legge è appena cambiata e il Ministero della Salute ha indetto una gara pubblica per individuare il soggetto privato in grado di aprire e gestire una stanza della droga a Lubiana.

Le stanze della droga nel Mondo

Al di fuori dell’Europa ci sono due strutture a Sydney, in Australia, e un centro dove ci si può iniettare eroina sotto controllo medico a Vancouver, in Canada.

I dati si riferiscono al: 2016

Fonte: Osservatorio europeo delle droghe

Leggi anche:
Quante sono le vittime della droga in Italia
Droga: un business che incassa 21 miliardi all’anno
I veri dati sulla Milano dello spaccio
Così la droga “produce” carcerati
Marijuana, gli Usa fanno soldi a palate

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search