In Notizie curiose
Share with your friends










Inviare

La serie storica degli ascolti del Festival. Pippo Baudo resta imbattuto

Obiettivo di Carlo Conti e Maria De Filippi, che condurranno la 67esima edizione del Festival di Sanremo dal 7 all’11 febbraio, è di superare il 49% di share dell’edizione 2016.

Il record di Pippo, il flop di Fazio

Quell’anno a condurre il Festival furono quattro artisti: Carlo Conti, Gabriel Garko, Virginia Raffaele e Madalina Diana Ghenea. A vincere furono gli Stadio (“Un giorno mi dirai”) e gli ascolti raggiunsero uno share del 49,58%, in crescita, come si vede dal grafico sopra, dal 48,64% del 2015 e quasi 10 punti in più rispetto alla disastrosa edizione del 2014 quando Fabio Fazio e Luciana Littizzetto non andarono oltre il 39,26% con appena 8.772.000 spettatori.

Ma l’Italia non ama più Sanremo

Ma a guardare la serie storica dello share e degli spettatori la tendenza all’abbandono di Sanremo è evidente. Nel 1987, conduttore Pippo Baudo, lo share era del 68,71% e gli spettatori quasi 16 milioni, il doppio di quanti sono stati intercettati dalla coppia Fazio-Littizzetto. Quell’anno ha segnato il record di share, ma quello degli spettatori è stato toccato qualche anno dopo, nel 1995, con 16,8 milioni di spettatori. Poi è stato un lento declino fino allo “stallo” degli anni 2009-2013 quando lo share non si è scollato da quota 47%, anche in presenza di una leggera crescita di spettatori che, in questo periodo, sono passati da 10,3 a 11,9 milioni.

I dati si riferiscono al: 1987-2016

Fonte: Rai

Leggi anche: Ascoltare musica costa 14,9 miliardi

 

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca