In Futuro&Tech

La Ue lancia la “Gigabit Society”, ma le differenze di prezzo tra i Paesi sono enormi

La Commissione europea ha lanciato una nuova sfida ai Paesi aderenti. Si chiama “Gigabit Society” con l’obiettivo di una connessione super-veloce in oltre il 50% delle case degli europei entro il 2020.

Che cosa è la Gigabit Society

Rispetto a quel target, siamo ancora lontani: nel 2016 solo il 27 % degli europei avevano sottoscritto un abbonamento alla banda larga e solo l’11% aveva un abbonamento alla banda ultralarga, cioè alla fibra ottica con, però, enormi differenze tra Paese e Paese e altrettante enormi differenze tra aree rurali e aree cittadine all’interno di ogni singolo Stato.

Quanti cavi abbiamo? – guarda la puntata di #Truenumbers dedicata a internet

Tutto questo può essere spiegato anche dalle grandi differenze di prezzo che si riscontrano tra i Paesi della Ue riguardo all’abbonamento alla banda larga. Le tariffe di accesso in Europa vanno dagli 11 ai 43 euro al mese considerando un contratto stand-alone (senza altri servizi inclusi) con l’offerta di una velocità di download minimo di 12 Mbps.

Per di più in alcuni Paesi il prezzo di accesso alla banda larga e alla banda ultralarga sono molto simili se non identici, come mostra il grafico sopra. I dati riguardano il prezzo minimo di un contratto di accesso alla banda larga fissa stand-alone nei Paesi Ue.

Si spera nel 5G

L’obiettivo della “Gigabit Society” è ritenuto molto ambizioso dalla stessa Commissione europea, ma bisogna considerare che per banda ultralarga si intende anche quella mobile. In questo caso si parla di rete 5G.

Secondo gli operatori questa rete verrà lanciata solo nel 2020 ma avrà una crescita molto sostenuta negli anni successivi. In 5 anni, sempre secondo gli operatori, la rete 5G sarà a disposizione di un terzo della popolazione mondiale nel 2025 e sarà usata da 1 miliardo di persone nel mondo, cioè il 12% di tutti i possessori di un device mobile. La rete 5G offrirà una velocità di trasmissione 40 volte maggiore rispetto all’attuale rete 4G.

I dati si riferiscono al: autunno 2016

Fonte: Commissione europea

Leggi anche: Il costo del roaming internet in Europa

Come internet distrugge le Telecom europee

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search