In Notizie curiose

È il secondo esportatore al mondo, dopo l’Ecuador, con 1,3 milioni di tonnellate l’anno

Il Belgio è il secondo paese esportatore al mondo di banane. Detta così, pare impossibile crederci. Quella lingua di terra nel nord dell’Europa, estesa appena un decimo della superficie italiana, come può meritarsi la medaglia d’argento in questa singolare classifica? Sembra incredibile, eppure si è piazzata solo dietro all’Ecuador ed è stata davanti alle Filippine, a Costa Rica e Colombia.

Il segreto? Le tonnellate di banane importate e ri-esportate

Ovviamente stiamo parlando di una classifica sugli esportatori di “seconda mano”. Non è un caso che il Belgio sia anche il secondo importatore al mondo di banane, si trova dietro agli Stati Uniti e davanti a Germania e Russia.

La classifica degli esportatori nel 2014 è stata guidata dall’Ecuador con 6 milioni di tonnellate di banane per 2,6 miliardi di dollari di valore. Il Belgio ha registrato un 1,3 milioni di tonnellate di prodotto esportato, pari a 1,3 miliardi di dollari. Al terzo posto ci sono state le Filippine che, a livello quantitativo, esportano più di tutti, 7,9 milioni di tonnellate di banane, ma che in termini economici gli sono valse solo 1,1 miliardi di dollari.

Il frutto più mangiato

Ci sarebbe da chiedersi come mai il Belgio si sia specializzato nella ri-esportazione proprio di banane. Il motivo è semplice, secondo la Fao è il frutto più consumato al mondo: 12 chili l’anno per persona. E la produzione, contrariamente a quello che si pensa, non è principalmente sudamericana. Delle oltre 100 milioni di tonnellate prodotte annualmente 60 sono quelle prodotte in Asia. Altri 30 milioni di tonnellate di banane vengono dalle due Americhe, poi viene l’Africa con 20 milioni di tonnellate.

In altre parole, i paesi che producono banane sono ben 135 e questo ha portato a una varietà di prodotto eccezionale: la Fao calcola che al mondo ve ne siano almeno un migliaio anche se la variteà più nota è la Cavendish.

I dati si riferiscono al: 2014

Fonte: International Trade Center

Leggi anche: In Belgio il sesso fattura 840 milioni di euro

Il Belgio ha bisogno di una Fornero

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search