In Notizie curiose

Gli Stati Uniti portano meno della metà. Italia (come la Germania) ne presenta 4

Dal 17 al 28 maggio Cannes diventa la capitale del mondo del cinema. Inizia il Festival che farà aumentare la popolazione della città da 75mila a 200mila persone.

Il Festival molto “locale”

Sono 133 i film (le coproduzioni sono contate come film plurimi, assegnandone uno per ogni Paese coproduttore) che verranno presentati, sia in gara che fuori gara, nel corso della kermesse che quest’anno spegne le 70 candeline. Ma quasi un terzo sono film francesi e questo conferma il carattere molto “locale” del Festival di Cannes.

Come si vede dal grafico, infatti, la Francia è presente con ben 38 film (comprese le coproduzioni). Secondi in classifica sono gli Stati Uniti, che però arrivano a Cannes con meno della metà dei lungometraggi francesi: 16. La vera sorpresa è il terzo posto, occupato in tandem dalla Gran Bretagna e da un Paese asiatico, cioè la Corea del Sud, tutti e due con 5 film. L’Italia è quarta con 4 film, a parimerito con molti altri stati del mondo, anche loro con 4 film: Germania, Giappone e Iran. La stragrande maggioranza degli altri Paesi presenti a Cannes arrivano con in tasca un solo film da far vedere.

Sergio Castellitto in “A certain regard”

A Cannes i colori italiani saranno difesi da Sergio Castellitto, che presenta “Fortunata” nella sezione “A certain regard”. Roberto De Paolis presenta “Cuori puri” e Leonardo Di Costanzo con “L’intrusa”. Il quarto film è coprodotto dall’Italia, si intitola “A Ciambra” e il regista è Jonas Carpignano.

I dati si riferiscono al: 2017

Fonte: Festival di Cannes

Leggi anche: Così gli americani vincono nei cinema europei

Sussidi al cinema: inutili anche a Hollywood

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search