In Crisi&Ripresa

disoccupazione sicilia

Il tasso di disoccupati di lunga durata è più del doppio rispetto alla media

Il problema di un disoccupato italiano non è solo quello di esserlo, ma di rischiare di esserlo a lungo.

Più di un anno senza lavoro

Questo è particolarmente vero in alcune Regioni italiane e tra queste, purtroppo, la Sicilia. Una persona che è disoccupata lo resta più a lungo della media italiana, la quale è la più alta della media europea. Come si vede dal grafico di sinistra, il tasso di disoccupazione di lunga durata, cioè la quota di coloro che sono disoccupati da più di un anno sul totale della forza lavoro, è del 14% in Sicilia rispetto al 12,5% in tutto il Mezzogiorno e al 6,9% in tutta Italia.
Il tasso è, comunque, sceso dell’1,3% nel 2015 rispetto all’anno precedente. Nella media del periodo 2013-2015, la quasi totalità dei disoccupati di lunga durata siciliani era in possesso al massimo di un diploma (91,5%) e oltre la metà aveva meno di 35 anni.

Mercato bloccato

Ma anche il grafico di si sinistra è allarmante. Spiega che più del 60% dei disoccupati siciliani è disoccupato da più di un anno rispetto al 59% della media italiana, un livello comunque inaccettabile. Questo significa che il mercato del lavoro non funziona, non riesce a fare incontrare la domanda con l’offerta. In tutta Italia, ma soprattutto in Sicilia.

 

I dati si riferiscono al: 2015

Fonte: Banca d’Italia

Leggi anche: A Biella solo il 5,3% di disoccupazione

Lavoro, i numeri del fallimento di Hollande

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search