In Soldi

Polizia in vetta alla classifica, ma la scuola è sempre il comparto che costa di più

Il grafico mostra il confronto tra la spesa per gli straordinari e la retribuzione totale degli appartenenti ad ogni comparto della pubblica amministrazione.

Dipendenti pubblici, l’eccezione della sanità

Da tener presente che i dati sul lavoro straordinario dei dipendenti pubblici si riferiscono alla spesa a carico del bilancio dello Stato e non sono in rapporto al numero di addetti del comparto. Inoltre, la spesa comprende tutte le tipologie di contratti: dal tempo indeterminato alle varie tipologie di contratti di lavoro flessibile e a tempo determinato. Inoltre, solo per il comparto sanità, bisogna considerare che si tratta dell’unico comparto dei dipendenti pubblici che comunica i dati con il criterio della competenza, cioè rilevando il costo di competenza di ciascun esercizio indipendentemente dal momento di effettiva manifestazione dell’esborso di cassa come invece tutti gli altri comparti.

La Polizia è “straordinaria”

Come si vede nel 2014 il comparto dei dipendenti pubblici che ha fatto più straordinari è quello dei corpi di polizia. Il costo degli straordinari dei dipendenti pubblici della Polizia ha superato gli 803 milioni. Al secondo posto c’è stata la spesa per il Servizio sanitario, con 484milioni di euro. E ancora il costo degli straordinari dei dipendenti pubblici di regioni e autonomie locali che ha raggiunto i 224 milioni.

In termini di valori totali è stata la scuola quella con i costi più elevati, ben 28,1 miliardi di euro. A seguire sono stati poi il Servizio sanitario, con 26,4 miliardi, e ancora una volta le Regioni e le autonomie locali, con 13,7 miliardi.

Straordinari e tasse

Da alcuni anni è prevista una tassazione particolare per i redditi provenienti dal lavoro straordinario. Sono previste ripercussioni anche sul Tfr e sui contributi previdenziali. Per il 2017 è stato, infatti, previsto un bonus fiscale di produttività per un importo massimo fino a 4mila euro.

Cosa cambia e come cambia il premio di produttività 2017? L’importo massimo dei premi che beneficiano della tassazione agevolata al 10% sale da 2.000 a 3.000 euro e da 2.500 a 4.000 euro nel caso di coinvolgimento dei lavoratori nell’organizzazione di lavoro. Per i lavoratori che convertiranno il bonus in misure di welfare aziendale è prevista la detassazione totale.

I dati si riferiscono al: 2014

Fonte: Rgs

Leggi anche: Scuola, più sindacalisti che insegnanti di frontiera

A scuola l’ascensore sociale funziona

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search