In Notizie curiose, Politici

La casta degli euro onorevoli

L’83,3% dei lussemburghesi è (almeno) al secondo mandato. Gli italiani? Solo il 32,9%

L’83,3% degli europarlamentari del Lussemburgo, praticamente tutti, e quasi il 70% di quelli finlandesi e tedeschi sono già al loro secondo mandato. Devono essere bravissimi, altrimenti non si spiega.

Ecco chi sono i nuovi europarlamentari europei

Il grafico riporta quanti sono stati i nuovi deputati e i rieletti al Parlamento Ue nel 2014 in proporzione rispetto al totale dei parlamentari. Per nuovi membri si intende quelli che per la prima volta si sono seduti nel Parlamento, mentre i rieletti sono quelli che vengono dall’altra legislatura o da una delle precedenti.

Nel complesso, dei 751 deputati europei il 48,5% sono nuovi deputati, mentre il restante 51,5% sono facce già note che hanno occupato la poltrona anche in precedenza.

La più alta percentuale di nuovi parlamentari europei è stata quella dei greci (90,5%), mentre la più bassa è stata quella del Lussemburgo (16,7% di nuovi).

Euro onorevoli italiani

Noi abbiamo 73 europarlamentari europei: 31 del Partito Democratico, 17 del Movimento 5 Stelle, 13 di Forza Italia, 5 della Lega Nord, 3 del Nuovo Centro Destra, 3 della lista Tsipras, e uno del Südtiroler Volkspartei.

In Italia il ricambio a dire il vero c’è stato. Su 73 eurodeputati i rieletti sono stati il 32,9%, mentre i nuovi parlamentari europei sono stati il restante 67,1%. Sono loro ad aver preso il posto dei tanti eurodeputati usciti fra i quali Iva Zanicchi, Magdi Allam, Clemente Mastella, Licia Ronzulli, Pino Arlacchi, Franco Bonanini.

I dati si riferiscono al: 2017
Fonte: Parlamento Europeo

Leggi anche:

Ecco quanto ci costa il Parlamento Europeo
I paesi che hanno eletto più donne al Parlamento Ue

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search